Banche dati EBsco

“Credevo fosse un vero dentista, ma non lo era. Avevo un tumore alla bocca non diagnosticato”.
Dei cinque cartelloni shock - raffiguranti altrettante lapidi con epitaffi di vittime di fake news mediche - che compongono la campagna a marchio Fnomceo “Una bufala ci seppellirà?”, e che da lunedì prossimo tappezzeranno i capoluoghi di provincia italiani, uno riguarda direttamente gli odontoiatri, nel loro ruolo di garanti della salute pubblica.

“È una di quelle “vittorie” che devono essere ascritte a più persone, istituzioni e associazioni, oltre che all’attività svolta dalla CAO nazionale”.

I soci professionisti delle Società tra professionisti (STP), i quali adottano il modello societario delle società di capitali, possono non essere titolari di partita Iva individuale nel caso in cui la loro attività professionale si esaurisca nella società stessa.

La Commissione Albo Odontoiatri dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri della Provincia di Sondrio, in collaborazione con l'ANDI di Sondrio, ha organizzato l'evento "LA CONOSCENZA DELL’ANATOMIA DENTALE E DELLO SPAZIO ENDODONTICO MEDIANTE MICRO-TAC E CBCT IN RELAZIONE AL LORO TRATTAMENTO NELLA PRATICA CLINICA” che si terra' il prossimo 03 novembre presso la Sala Medievale del Grand Hotel Della Posta di Sondrio.

In vista della futura approvazione alla Camera dei Deputati di un Disegno di legge sulla Concorrenza “blindato”, al quale pare non sarà possibile apporre ulteriori modifiche, il Presidente della Commissione Albo Odontoiatri Nazionale della FNOMCeO, Giuseppe Renzo, ed i Presidenti dei Sindacati Odontoiatrici AIO Fausto Fiorile e ANDI Gianfranco Prada si sono incontrati a Roma per condividere una strategia comune rispetto alle criticità tuttora presenti nelle posizioni del Legislatore e nel testo approvato dal Senato.

Tre euro a visita: tanto è l’onorario conseguito, in alcuni casi, da un medico competente, per garantire la salute e la sicurezza dei lavoratori. Mentre si diffondono gare pubbliche al ribasso che arrivano a ipotizzare la gratuità delle prestazioni professionali.

Una legge sull’equo compenso: è quanto chiedono Architetti, Ingegneri e Avvocati al Governo. Per questo hanno organizzato una manifestazione che si svolgerà a Roma il 13 maggio 2017 e lanciato un appello alle altre Professioni ad aderire. Appello prontamente raccolto e rilanciato dalla Commissione Albo Odontoiatri (CAO) della Fnomceo.

Un vulnus per la professione e per la tutela della salute pubblica: è la pubblicità sanitaria scorretta, contraria all’etica e alla deontologia professionale.

“La pubblicità sanitaria deve essere corretta e onesta, la salute non è un bene che si vende”. Inizia così la petizione, diretta al Presidente della Repubblica e al Ministro della Salute, e lanciata sulla piattaforma Change.org, volta a sottoporre al parere dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri non solo i messaggi pubblicitari degli iscritti agli Albi, ma tutta la pubblicità sanitaria, anche quella ad opera di soggetti terzi, catene e società commerciali.

Nel salone della nuova sede della FNOMCeO, ieri pomeriggio, si è riunita la CAO nazionale con i rappresentanti di tutte le società scientifiche. Una riunione molto partecipata, durante la quale gli interlocutori hanno scandagliato punto per punto la bozza, predisposta dal gruppo di lavoro, nella quale sono indicati i requisiti minimi che le società scientifiche odontostomatologiche devono possedere.

Area Riservata

 Banner fattura PA